martedì 10 maggio 2016

#AMaggioSpaccio! - Quali sono le novità del mese?

Buongiorno a tutti miei dolcissimi drogati! 

Questa #AMaggioSpaccio la troverete esattamente ad ogni inizio mese: è un modo carino e un po' strano (??) per essere aggiornati sulle prossime uscite in libreria per ogni mese dell'anno. Iniziamo con questo pazzissimo, caldissimo e variabile Maggio!

Probabilmente tutti i miei risparmi verranno consumati in acquisti.
Invio un caloroso "mi dispiace" al mio salvadanaio che, ahimè, si ritroverà isolato, abbandonato nella sua triste siccità. Ma vorrei vedere voi in crisi d'astinenza! Non comprereste tutto? Non spendereste fino all'ultimo centesimo per la droga? Ovviamente sì, altrimenti non sareste qui. 





Drugs list of May. 


Autore: Jojo Moyes
Editore: Mondadori
Titolo: Dopo di te. 
Pagine: 380
Prezzo: 18,00 
Data di pubblicazione: 03/05/2016
Sinossi: Come si fa ad andare avanti dopo aver perso chi si ama? Come si può ricostruire la propria vita? Per Louisa Clark, come per tutti, ricominciare è molto difficile. Dopo la morte di Will Traynor, di cui si è perdutamente innamorata, si sente persa. È passato un anno e mezzo ormai e Lou non è più quella di prima. A ventinove anni si ritrova a lavorare in uno squallido bar di un aeroporto di Londra, vive in un appartamento anonimo e si domanda ogni giorno se riuscirà a superare il dolore che la soffoca. Ma tutto sta per cambiare. Una sera, una figura sconosciuta si presenta sulla soglia della sua casa, Lou deve prendere una veloce decisione. Se la apre, rischierà tutto; se la chiude la sua vita continuerà così com'è: semplice, ordinaria. Ma lei ha promesso a Will e a se stessa che avrebbe ricominciato a vivere. Deve lasciare entrare ciò che è nuovo.


Autore: Wulf Dorn 
Titolo: Incubo. 
Editore: Corbaccio 
Pagine: 360 
Prezzo: 18,00 
Data di pubblicazione: 26/05/2016
Sinossi: Dalla morte dei genitori in un terribile incidente d'auto dal quale è uscito miracolosamente illeso, Simon soffre di incubi spaventosi. Dopo essere stato ricoverato in un ospedale psichiatrico in seguito allo shock, Simon si è stabilito dalla zia insieme con suo fratello maggiore, ma adattarsi alla nuova vita è un compito durissimo, soprattutto da quando Simon è perseguitato da una presenza malvagia che lo spia nel buio. E forse è proprio questa presenza la responsabile della scomparsa di una ragazza, la stessa che Simon decide di cercare aiutato dalla sua unica amica. 


Autore: Elizabeth Strout     
Titolo: Mi chiamo Lucy Barton.                                    
Editore: Einaudi 
Pagine: 168 
Prezzo: 18,00 
Data di pubblicazione: 03/05/2016
Sinossi: Da tre settimane costretta in ospedale per le complicazioni post-operatorie di un'appendicite, proprio quando il senso di solitudine e isolamento si fanno insostenibili, una donna vede comparire al suo capezzale il viso tanto noto quanto inaspettato della madre, che non incontra da anni. Alla donna basta sentire quel vezzeggiativo antico, "ciao, Bestiolina", perché ogni tensione le si sciolga in petto. Non vuole altro che continuare ad ascoltare quella voce e chiede alla madre di raccontare, una storia e lei, impettita sulla sedia rigida, senza mai dormire né allontanarsi, per cinque giorni racconterà della spocchiosa Kathie, della sfortunata cugina Harriet, della bella Mississippi Mary. La donna è adulta ormai, ma fra quelle lenzuola, accudita da un medico dolente e gentile, accarezzata dalla voce della madre, può tornare a osservare il suo passato dalla prospettiva protetta di un letto d'ospedale. 


Autore: Massimo Bisotti 
Titolo: Un anno per un giorno. 
Editore: Mondadori 
Pagine: 232
Prezzo: 16,00 
Data di pubblicazione: 10/05/2016
Sinossi: Alex Gioia è uno dei più famosi cantanti italiani. La sua vita, baciata dal successo, è attraversata da un cruccio che lo tormenta: non aver potuto vivere fino in fondo la sua storia d'amore con Greta, una ragazza più giovane di lui, conosciuta durante un evento a Napoli. Alex e Greta si sono rincorsi, si sono sfiorati, ma il momento per loro non è stato mai quello giusto. Da qualche tempo Alex si è trasferito a Parigi, per riprendere fiato in una città in cui non conosce nessuno e nessuno lo conosce, per ritrovare la sua ispirazione perduta. Un giorno, in metrò, si incuriosisce osservando una donna che scende sempre a fermate diverse con persone diverse, facendo delle bolle di sapone. Ne resta affascinato, si presenta e si ritrovano a parlare di occasioni mancate e di rimpianti. Improvvisamente Nirvana, questo è il nome della ragazza, offre ad Alex un dono: un tubo di bolle di sapone. Un tubo magico, gli spiega, e ogni volta che soffierà potrà tornare a un giorno del suo passato, e cambiarlo. Ma ogni viaggio avrà un prezzo. Per ogni tentativo fatto per tornare indietro nel tempo, Alex dovrà dare in cambio un anno della sua vita. Un anno per un giorno. Alex torna all'albergo in cui vive, credendo sia uno scherzo. Finché, ripensando a Greta, non osserva il tubo e viene preso dalla voglia di soffiare. E se Nirvana avesse detto la verità? Se davvero il passato si potesse cambiare?


Autore: Salvatore Basile 
Titolo: Lo strano viaggio di un oggetto smarrito. 
Editore: Garzanti
Pagine: 250
Prezzo: 16,40 
Data di pubblicazione: 05/05/2016
Sinossi: Il mare è agitato e le bandiere rosse sventolano sulla spiaggia. Il piccolo Michele ha corso a perdifiato per tornare presto a casa dopo la scuola, ma quando apre la porta della sua casa nella piccola stazione di Miniera di Mare, trova sua madre di fronte a una valigia aperta. Fra le mani tiene il diario segreto di Michele, un quaderno rosso con la copertina un po' ammaccata. Con gli occhi pieni di tristezza la donna chiede a suo figlio di poter tenere quel diario, lo ripone nella valigia, ma promette di restituirlo. Poi, sale sul treno in partenza sulla banchina. 
Sono passati vent'anni da allora. Michele vive ancora nella piccola casa dentro la stazione ferroviaria. Addosso, la divisa di capostazione di suo padre. Negli occhi, una tristezza assoluta, profonda e lontana. Perché sua madre non è mai più tornata. Michele vuole stare solo, con l'unica compagnia degli oggetti smarriti che vengono trovati ogni giorno nell'unico treno che passa da Miniera di Mare. Perché gli oggetti non se ne vanno, mantengono le promesse, non ti abbandonano.
Finché un giorno, sullo stesso treno che aveva portato via sua madre, incastrato tra due sedili, Michele ritrova il suo diario. E c'è solo una persona che può aiutarlo: Elena, una ragazza folle e imprevedibile come la vita, che lo spinge a salire su quel treno e ad andare a cercare la verità. E, forse, anche una cura per il suo cuore smarrito. Questa è la storia di un ragazzo che ha dimenticato cosa significa essere amati. È la storia di una ragazza che ha fatto un patto della felicità, nonostante il dolore. È la storia di due anime che riescono a colorarsi a vicenda per affrontare la vita senza arrendersi mai. 


Autore: Francesca Diotallevi 
Titolo: Dentro soffia il vento. 
Editore: Neri Pozza 
Pagine: 180 
Prezzo: 16,00 
Data di pubblicazione: 05/05/2016
Sinossi: In un avvallamento tra due montagne della Val d’Aosta, al tempo della Grande Guerra, sorge il borgo di Saint Rhémy. Al calare della sera, qualche «anima pia» esce a volte per avventurarsi nel bosco e andare a bussare alla porta di un capanno dove vive Fiamma, una ragazza dai capelli così rossi che sembrano guizzare come lingue di fuoco in un camino. Fiamma prepara decotti per curare ogni malanno. Infusi d’erbe che, in bocca alla gente del borgo diventano «pozioni » approntate da una «strega» che ha venduto l’anima al diavolo. Così, mentre al calare delle ombre gli abitanti di Saint Rhémy compaiono furtivi alla sua porta, alla luce del sole si segnano al passaggio della ragazza ed evitano persino di guardarla negli occhi. Il piccolo e inospitale capanno e il bosco sono perciò l’unica realtà che Fiamma conosce, l’unico luogo in cui si sente al sicuro. La solitudine, però, a volte le pesa addosso come un macigno, soprattutto da quando Raphaël Rosset se n’è andato. Era inaspettatamente comparso un giorno al suo cospetto quando era ancora un bambino sparuto, con una folta matassa di capelli biondi come il grano e una spruzzata di lentiggini sul naso a patata. Le aveva parlato normalmente ed era diventato col tempo il suo migliore e unico amico. Poi, a ventuno anni, in un giorno di sole era partito per la guerra, e non era più tornato. Ora, ogni sera alla stessa ora, Fiamma si spinge al limitare del bosco, fino alla fattoria dei Rosset. Prima di scomparire inghiottita dal buio della notte, se ne sta a guardare a lungo la casa dove, in preda ai sensi di colpa per non essere andato lui in guerra, si aggira sconsolato Yann, il fratello di Raphaël. 
    

                                                   

                                               
                                                       

    



Nessun commento:

Posta un commento

E tu? Che ne pensi?