mercoledì 28 settembre 2016

But... It's Wednesday! #7



Buon pomeriggio stoners!


Prima di iniziare, volevo ricordarvi che sono ancora aperte le iscrizioni alla mia iniziativa di scambio di libri. Potete trovarla qui
Come procede la vostra settimana? Da me è appena andato in vigore l'orario definitivo delle lezioni, di conseguenza ho ancora meno tempo a disposizione del solito. Domani sarà il mio onomastico e non vedo l'ora poiché già so che qualcuno mi illuminerà con un bel libro! O molto probabilmente lo comprerò da me con i money che mi arriveranno. Vi lascio con il mio settimo Wednesday mentre io vado a pensare ai soldi che riceverò domani...




Wednesday è una rubrica ideata da Should Be Reading che riporta le seguenti domande: What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?), What did you recently finish reading? (Cosa hai finito di leggere recentemente?), What do you think you'll read next? (Cosa pensi che leggerai dopo?) 




What are you currently reading?







Come promesso durante il Wednesday della settimana scorsa, quel che ho deciso di leggere è Le vergini suicide di Jeffrey Eugenides. L'ho iniziato da poco, ma già mi sta piacendo moltissimo ed è scritto divinamente! 










What did you recently finish reading?






Ci ho messo più di dieci giorni (visto che ormai leggo solamente quando sono a scuola, dato che ho davvero poco tempo), ma ho finalmente finito di leggere Inchiostro! Mi è piaciuto moltissimo ed il finale mi ha stupita, tant'è che ho urlato COSA???? A breve la recensione!  


What do you think you'll read next?






Credo che leggerò Compagno di sbronze di Bukowski. Ho letto un solo libro di questo scrittore e devo dire che non mi è piaciuto, ma ho voglia di leggere qualcos altro.. magari cambierà opinione! 


Quali sono le vostre letture passate, presenti e future? 
Fatemi sapere nei commenti, parlatemi apertamente dei vostri personal trip. 
Avete già letto questi qui che ho citato io? Fatemi sapere la vostra! 



Al prossimo WWW!
una drogata di libri, 
prossima all'overdose.

domenica 25 settembre 2016

#8 Alice: i giorni della droga - Quanto sballa?



Alice: i giorni della droga
____________________________________________________________________________________

Editore:
 
Feltrinelli
 
Pagine: 199
Costo: 8,50 euro 
Sinossi: Alice è una quindicenne che appartiene al ceto medio. Sta a dieta e ha una vita amorosa normale. Ottiene buoni voti a scuola e pensa che un giorno le piacerebbe sposarsi. Quando, durante un party, Alice fa un "viaggio" con la droga, la sua vita cambia radicalmente. I genitori non sanno cosa le stia accadendo, non capiscono e pensano che Alice, precipita in una serie di esperienze seducenti ma disgregatrici, sia "legata alla gente sbagliata". La differenza tra Alice e molti altri giovani che si drogano sta nel fatto che Alice teneva un diario. 







____________________________________________________________________________________

"Ancora adesso non riesco proprio a deciderequali parti di me siano autentiche e quali
invece siano state influenzate dai libri."

Son sicura che ve lo starete chiedendo: per quale motivo non vi è l'autore di questo libro? Per quel che viene spiegato nella prefazione, l'identità della ragazza non viene rivelata. La chiamano Alice, ma chissà se poi, questo nome, è il suo vero nome. 

Alice: i giorni della droga è un libro che ci illustra come è semplice finire nella trappola della droga. Come è semplice cadere nei suoi intrighi, cedere al suo fascino; ma nello stesso tempo quanto è difficile tirarsene fuori, non cedere alle tentazioni, ricominciare a costruire la propria vita partendo da zero. 


Quali emozioni mi ha suscitato? 

Anche l'incontro con il diario di Alice è stato casuale. 
Dicono che il caso non esista, ma forse un po' ci credo. Ne avevo sentito parlare svariate volte, eppure non mi ero mai interessata molto al libro, alla sua lettura. Poi, un giorno, parlando con un'altra bookblogger, mi resi conto del suo fascino e, un giorno, durante il mio settimanale giro tra i libri della Mondadori della mia città l'ho trovato lì, in prima fila: sembrava mi stesse aspettando. 
Lo comprai, senza pensarci troppo. Il costo abbordabile mi diceva che era uno di quei libri che tanto amo leggere: quelli che non tutti leggono, quelli con il prezzo più basso rispetto molti altri. Era mio, lo avevo tra le mani: ne ero già innamorata. 

Iniziai a leggerlo e, con mia grande sorpresa, non mi ritrovai dinnanzi ad un libro a capitoli: era un vero e proprio diario. Lo lessi con passione, lo divorai! Dopo tre giorni, avevo già terminato questa meravigliosa lettura. 
Ahimè, anche qui, mi ritrovai tra i dilemmi della scrittrice. 

Quel che differenzia Alice: i giorni della droga da altri libri che trattano lo stesso tema è che, a differenza di molti, mostra tutto quel che viene prima della droga. Alice ci fa una panoramica della sua adolescenza, che accomuna tutti noi dagli stessi problemi: la sua voglia di voler fare una dieta per migliorarsi; il desiderio di potersi innamorare; la difficoltà che trova nelle amicizie; i litigi con i genitori causati dalla scarsa ed errata comunicazione. 
Alice ci parla di come, attraverso la sua ricerca di amicizie, va a finire accanto ad un giro di persone pericolose che le fanno provare, inconsapevolmente, LSD. Lei rimane rapita dal mondo delle droghe e, presto, senza rendersene conto, vivrà solo per quello: inizierà, difatti, a spacciare. E tutti gli avvenimenti di cui lei tratta la porteranno in un ospedale psichiatrico. 

Soprattutto nella parte del suo "soggiorno" in ospedale mi ritrovo parecchio: la descrizione del luogo, i suoi pensieri, le visite. Avvenimenti che, purtroppo, ho potuto provare sulla mia pelle.


È un trip - questa volta a tutti gli effetti - fantastico, poiché tratta problematiche adolescenziali. Ci mostra quel che viene prima del dolore, prima della solitudine, prima dell'autodistruzione. Un libro struggente, eppur che ti seduce. 
Alice era in cerca del suo posto nel mondo. Quel posto che tanto gli spettava, ma che non ha potuto avere. E forse è questo quel che più strugge: il fatto che, ahimè, non l'avrà mai. 

__________________________________________________________


                                  Rating:

E voi? Avete già letto questo libro? Cosa ne pensate?
Lasciatemi nei commenti le vostre impressioni.

una drogata di libri,
prossima all'overdose. 


mercoledì 21 settembre 2016

But... it's Wednesday! #6



Buon pomeriggio stoners!

Ohoh, so che questo vi stupirà, ma sono finalmente riuscita a fare due Wednesday consecutivi! 




Prima di iniziare, volevo ricordarvi che sono ancora aperte le iscrizioni alla mia iniziativa di scambio di libri. Potete trovarla qui
Come procede la vostra settimana? Io oggi ho terminato un disegno a cui stavo lavorando da tanto e, ahimè, non mi sento molto bene! Ma l'influenza non mi ha impedito di presentare il mio sesto Wednesday!

Wednesday è una rubrica ideata da Should Be Reading che riporta le seguenti domande: What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?), What did you recently finish reading? (Cosa hai finito di leggere recentemente?), What do you think you'll read next? (Cosa pensi che leggerai dopo?) 




What are you currently reading?







L'indecisione dello scorso Wednesday, alla fine, è stata superata ed ho iniziato a leggere
Inchiostro di Fernando Trias De Bes. Il libro mi stava attendendo da così tanto tempo sulla scrivania che.. a momenti lo dimenticavo! MI sta piacendo moltissimo. 










What did you recently finish reading?






Come già detto la settimana scorsa, ho finito da poco di leggere Alice: i giorni della droga L'ho trovato splendido e non vedo l'ora di potervi presentare la mia recensione! Restiamo connessi, nuove droghe in arrivo! 




What do you think you'll read next?






Eh sì, le mie idee sono più chiare anche sulle mie letture future! Accanto ad Inchiostro ho trovato Le vergini suicide di Jeffrey Eugenides che comprai a metà Luglio grazie ad un'iniziativa firmata Mondadori. Non vedo l'ora di poterlo leggere! 



Quali sono le vostre letture passate, presenti e future? 
Fatemi sapere nei commenti, parlatemi apertamente dei vostri personal trip. 
Avete già letto questi qui che ho citato io? Fatemi sapere la vostra! 



Al prossimo WWW!
una drogata di libri, 
prossima all'overdose.

lunedì 19 settembre 2016

#5 Condividiamo un trip? - Genitori generosi.


Buongiorno stoners! 
E buon inizio settimana! :) 


Ieri i miei genitori sono stati a Pompei, hanno fatto una  gita regalandosi una domenica davvero molto bella. Purtroppo la pioggia ha rovinato una piccola tappa, ma ne ha fatta conquistare un'altra che ha reso la mia giornata colma di felicità! 

Quando sono tornati a casa - entrambi con un gran sorrisone - mio papà aveva in mano una busta con sopra stampato il logo della Mondadori. In un attimo sono entrata nella fase "danza del libro" e quando mi è stato dato la mia reazione è stata praticamente questa: 




Ho ricevuto un libro che desideravo da giorni, ormai! Tutti voi amici librosi mi avete parlato benissimo di questo libro ed io l'ho aggiunto velocemente nella mia wish list e, finalmente, posso stringerlo tra le mani! 



Autore: Carmela Scotti 
Titolo: L'imperfetta 
Editore: Garzanti 
Costo: 14.90 euro 
Pagine: 187
Sinossi: Per Catena la notte è sempre stata un rifugio speciale. Un rifugio tra le braccia di suo padre, per disegnare insieme le costellazioni incastonate nel cielo, imparare i nomi delle stelle più lontane e delle erbe curative, leggere libri colmi di storie fantastiche. Ma da quando suo padre non c'è più, Catena ha imparato che la notte più anche fare paura e può nascondere ombre oscure. L'ombra delle mani della madre che la obbligano al duro lavoro nei campi e le impediscono di leggere, quella degli occhi gelidi e inquieti dello zio che la inseguono negli angoli più remoti della casa. Le sue sorelle sembrano non vederla più, ormai è la figlia imperfetta e il ricordo del calore dell'amore di suo padre non basta a riscaldare il gelo nelle ossa.
Catena ha solo quindici anni quando decide che non vuole più avere paura. E l'ultima notte nella sua vecchia casa si colora del rosso della vendetta. Poi, la fuga nel bosco, dove cerca riparo con la sola compagnia dei suoi amati libri. È grazie a loro e agli insegnamenti del padre che Catena riesce a sopravvivere nella foresta. Ma nel suo rifugio, fatto di un cielo di foglie e di rami intrecciati, la ragazza non è ancora al sicuro. La stanno cercando e per salvarsi Catena deve ridisegnare la sua vita, la vita di una bambina che è dovuta crescere troppo in fretta, ma che può ancora amare di un amore forse imperfetto, ma forte come il vento. 


Cosa ne pensate di questa segnalazione? 
Avete letto questo libro? 
Fatemi sapere tra i commenti! 

Vi auguro una bellissima settimana! 
una drogata di libri,
prossima all'overdose. 

venerdì 16 settembre 2016

5 personaggi che vorrei incontrare nella realtà - #5 cose che... #7



Buon pomeriggio stoners! 

Dopo aver saltato un bel po' di appuntamenti con la rubrica di  "5 cose che" mi ritrovo nuovamente qui, con una nuova lista. Ammetto che questa lista mi metterà seriamente in difficoltà poiché non ho la più pallida idea di quali personaggi vorrei incontrare nella realtà... AHAHAH Ci dovrò pensare adesso! Sarà tutta un'improvvisazione! 







"5 cose che..." è una rubrica ideata dal blog Twin Books Lovers in cui, ogni settimana, i partecipanti dovranno scrivere una lista di cinque cose legate al mondo dei libri e del cinema. Per maggiori informazioni: qui.




5 personaggi che vorrei incontrare nella realtà.







Sicuramente voglio incontrare Alice, la protagonista del libro che ho appena finito di leggere intitolato Alice: i giorni della droga. Io e la protagonista viviamo, purtroppo, delle situazioni molto simili e mi piacerebbe poterle essere amica, poterle stare accanto anche quando tutto va male. 


















Al secondo posto, vi è Giulio, uno dei protagonisti di Cose che nessuno sa, meraviglioso romanzo di Alessandro D'Avenia. Sono innamoratissimo di Giulio poiché abbiamo molto in comune, tra cui la passione per la scrittura (in particolare se si tratta di scrivere poesie). Ammetto di avere una cotta ormai non più segreta per lui. 









Per il terzo posto, ho deciso di distaccarmi dai libri e di dedicarmi ai film. Ovviamente, voglio incontrare con tutta me stessa Draco Malfoy. Io sono tremendamente innamorata di lui, perdutamente! L'ho amato fin dall'inizio: adoro il suo cuore di ghiaccio, eppur semplice da sciogliere. 






Dai film, per questo quarto posto, passo alle serie TV. Come potevo non citare il mio amato Jessie Pinkman? Sorriso disarmante, occhi meravigliosi: un chimico grandioso che è entrato velocemente a far parte del mio cuore. Lo amo! Adoro il suo modo di scherzare, ma anche di affrontare le situazioni più serie. Breaking Bad è una serie da non perdere! 





Concludo l'appuntamento di oggi con un secondo personaggio femminile che ha recitato in una delle serie TV forse più viste: Bonnie di The Vampire Diaries. Essendo io stessa una strega - ebbene sì, seguo una religione pagana, sono una piccola streghetta librosa - mi piacerebbe poter interagire con lei ed instaurare un rapporto magico. 






Per oggi è tutto! 
Quali sono, invece, i personaggi che vorreste incontrare voi?
Conoscevate già questi personaggi qui?
Fatemi sapere nei commenti! 

A venerdì prossimo! 

una drogata di libri,
prossima all'overdose. 



martedì 13 settembre 2016

But... It's Wednesday! #5


Buon pomeriggio stoners!

Purtroppo tra la vacanza ed il poco tempo che ho a disposizione non sono riuscita a fare il Wednesday in queste ultime due settimane, ma adesso si ricomincia! 

Come è andato il vostro rientro scolastico? O comunque: avete ripreso a lavorare? Ormai io ho ricominciato il liceo già da una settimana e sono già stanchissima! Ma non perdiamoci in chiacchiere (anche se vorrei tanto), ecco qui il quinto Wednesday!

Wednesday è una rubrica ideata da Should Be Reading che riporta le seguenti domande: What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?), What did you recently finish reading? (Cosa hai finito di leggere recentemente?), What do you think you'll read next? (Cosa pensi che leggerai dopo?) 




What are you currently reading?



Posto questa immagine per farvi capire che non ho la più pallida idea di cosa leggere. Ho finito ieri Alice: i giorni della droga ed ora non ho la più pallida idea di cosa leggere. Ho troppi libri! Troppi libri nuovi, troppe letture in sospeso: HO TROPPI LIBRI. 






What did you recently finish reading?






Ho interrotto la lettura de "I dimenticati" per potermi tuffare in questo splendido libro. Ho trovato Alice: i giorni della droga un libro meraviglioso e l'ho letto in soli tre giorni! Davvero, davvero bellissimo. A breve ci sarà la recensione.  




What do you think you'll read next?






Quali sono i vostri libri passati, presenti e futuri? 
Fatemi sapere nei commenti, parlatemi apertamente dei vostri personal trip. 
Avete già letto questi qui che ho citato io? Fatemi sapere la vostra! 



Al prossimo WWW!

una drogata di libri, 
prossima all'overdose.



#7 Il diavolo veste la 40, Valerie Frankel - Quanto sballa?




Il diavolo veste la 40 
____________________________________________________________________________________

Autore: Valerie Frankel 
Editore: De Agostini 
Capitoli: 18 
Pagine: 281
Costo: 15,00 euro 
Sinossi: La felicità del nuovo millennio? Avere un fisico perfetto, a costo di ingaggiare con noi stessi una guerra mortificante per il corpo e per il morale... senza parlare del gusto. E avere una madre maniaca della forma fisica, tanto da mettere a dieta la figlia di soli undici anni, certo non aiuta a liberarsi di quest'ossessione. Da allora la vita è stata una continua altalena di umori e taglie per Valerie Frankel, perennemente in bilico tra il desiderio di apparire perfetta, con sacrifici indicibili, e la voglia di accettarsi per quella che è, infischiandosene dei commenti di colleghi e conoscenti. Finché, dopo trent'anni di tormenti, ormai mamma e moglie felice, all'improvviso Valerie comprende che la lotta con il proprio corpo è in realtà una lotta con una parte molto profonda di sé. Lavora per liberarsi delle vecchie ossessioni e impara finalmente a piacersi, riscoprendo anche qualche gioia perduta, come il gusto del burro naturale o il sapore dolce di una piccola rivincita su chi per anni l'aveva chiamata "cicciona". 
Con la stessa vivacità e prontezza di spirito con cui ha affrontato le proprie insicurezze, Valerie ci racconta il suo percorso, con il sorriso, ma anche con acume critico nei confronti di un canone sociale tanto condizionante quanto privato di senso. 

____________________________________________________________________________________


Il diavolo veste la 40 è un'autobiografia molto seria, eppur simpatica nella sua serietà. 
Valerie Frankel ci parla della sua personale lotta contro il proprio corpo che è durata anni, per poi sfociare nel più dolce e splendido finale. 

La scrittrice, attraverso questo libro, ci parla di come ha fatto a riacquistare la fiducia e l'autostima che aveva negli anni perduto tra calcoli delle calorie e taglie altalenanti dei suoi abiti. È un meraviglioso viaggio, un libro fantastico che ci aiuterà ad amare noi stessi e ad accettarci per quel che siamo. 




Valerie Frankel è un'autrice di quattordici romanzi e collabora con le riviste Glamour e Self dopo essersi fatta le ossa come redattrice di Mademoiselle. Vive a Brooklyn con il marito Steve e le figlie Maggie e Lucy. Il diavolo veste la 4o è il suo primo libro autobiografico. 






Quali emozioni mi ha suscitato? 

Mi sono imbattuta casualmente in questo libro. 
Era un afoso sabato mattina ed io ero con mia sorella a fare un giro al mercato, in particolare quello che viene definito "Americano", in cui si possono trovare oggetti ed abiti di seconda mano. Mentre mia sorella stava vedendo delle borse in cuoio, la mia attenzione è stata richiamata da questo libricino con su scritto "Soli 5 euro". 
L'ho colto incuriosita dal nome che mi ricordava tanto un film visto anni prima e, girandolo, mi son imbattuta in un libro che rientrava perfettamente tra le mie melodie preferite. Un nuovo trip in cui potermi tuffare a capofitto lasciandomi travolgere dalle mille sensazioni. 

Sul retro del libro, poi, ho trovato la frase perfetta, quella che mi ha fatto dire "È lui!".
"Tra me e lo specchio c'è un rapporto di odio-odio." Rappresentava così fortemente la mia situazione che non potevo far altro che comprarlo. 
Iniziai a leggerlo il giorno in cui mi ricoverarono e me ne innamorai tremendamente. Nonostante Valerie descriveva anche eventi tragici, riusciva sempre a strapparti un sorriso ed è forte questo quel che mi ha fatto affezionare al libro e alla scrittrice, il fatto che come me amava sdrammatizzare. 

È un trip meraviglioso, un libro che chiunque ha dei problemi con l'accettazione di sé dovrebbe calarsi. Attraverso l'esperienza di Valerie ho imparato a volermi un po' più bene, a cercare di migliorarmi e di piacermi in modo sano ed equilibrato, amando il mio corpo senza misure. 

__________________________________________________________


                                  Rating:



E voi? Avete già letto questo libro? Cosa ne pensate?
Lasciatemi nei commenti le vostre impressioni.

una drogata di libri,
prossima all'overdose. 


sabato 3 settembre 2016

#4 Condividiamo un trip? - Segnalo: post-vacanza.


Buonasera stoners! 

Sono finalmente tornata! Vi sono mancata? Spero di sì! ^^ 
Ho passato una splendida settimana in Puglia in compagnia della mia famiglia. Avevo proprio bisogno di una bellissima pausa! Ma adesso, sono di nuovo carica: si ricomincia! 

Ho molte idee in mente, non vedo l'ora di poterle sviluppare e di potervele presentare (si spera nel migliore dei modi). 
Avevo paura di ritornare dalla vacanza senza aver acquistato qualche nuovo libro, ma invece, durante il viaggio di ritorno, un libro in autogrill mi ha particolarmente colpita. Non è decisamente il mio genere, eppure mi ha così incuriosita.. credo proprio che sia stato amore a prima vista, o meglio, lettura
Inoltre, è stato per me un grosso affare poiché son riuscita a trovarlo ad un prezzo davvero molto basso rispetto all'iniziale: ben 5 euro! 
Credo ormai di essere diventata la strega delle offerte librose! 






Ve lo presento, sperando che riesca a catturare anche voi. 




Autore: Elizabeth Eulberg
Titolo: The Lonely Hearts Club 
Editore: Fazi Editore 
Costo: 18,50 euro. 
Pagine: 267
Sinossi: Penny Lane è stufa dei ragazzi e stufa di uscire con loro, quindi ha deciso: basta. 
Infiniti appuntamenti noiosi e troppi inutili fidanzamenti le hanno fatto collezionare una delusione dopo l'altra.
Ben presto, però, molte delle sue compagne sono incuriosite dalla sua scelta personale: sembra infatti che Penny non sia l'unica a non volerne più sapere dei ragazzi. Nella sua scuola la voglia di smettere di fare qualunque cosa per piacere al ragazzo dei propri sogni si sta diffondendo a macchia d'olio. Di qui, la decisione di dare forma e uno statuto a questa ritrovata indipendenza dagli affari di cuore: le ragazze "liberate" dai condizionamenti dell'amore decidono così di fondare il Lonely Hearts Club. Penny Lane, la prima ad aver lanciato l'orgogliosa "moda del cuore solitario", ne sarà la leader. Peccato, però, che un giorno incontra un ragazzo che ne mette a dura prova le convinzioni. 


Cosa ne pensate di questa segnalazione?
Avete mai letto questo libro?

Fatemelo sapere tra i commenti! 

Vi auguro un fantastico week-end e vi lascio con una foto scattata giusto ieri mattina: 






una drogata di libri,
prossima all'overdose.