giovedì 29 marzo 2018

#12 Noi siamo tutto, Nicola Yoon - Quanto sballa?

NOI SIAMO TUTTO
____________________________________________________________________________________



____________________________________________________________________________



Noi siamo tutto è un libro scritto da Nicola Yoon che ci mostra l'amore in ogni sua forma: che sia curativo o ossessivo. L'amore che combatte ogni avversità, che sfida continuamente. 
La protagonista è Madeline Whittier, una ragazza affetta da una patologia che la rende allergica al mondo. Dalla sua stanza bianca, dalla sua finestra della camera, guarda il mondo come fosse una spettatrice e un giorno si ritrova davanti lo scenario più bello a cui abbia mai assistito: l'arrivo dei vicini, o meglio, del vicino Olly, totalmente vestito di nero, misterioso. 

Olly e Madeline stringeranno una splendida amicizia, un'amicizia che li porterà a sfidare l'amore che la madre ha per sua figlia Madeline e l'allergia al mondo che da sempre ha visto attraverso la sua casa-bolla. 



Nicola Yoon è nata in Jamaica e si è successivamente trasferita a Brooklyn, New York. Si è laureata in Ingegneria alla Cornell University e dopo la laurea ha frequentato un corso di scrittura creativa all'Emerson College.Ciò che l'ha ispirata a scrivere Noi siamo tutto è stata la nascita di sua figlia: voleva scrivere un libro che raccontava tra le pagine di sua figlia. 




Quali emozioni mi ha suscitato? 

Appena lessi il titolo del libro mi dissi in mente: "Sicuramente una brutta copia di Colpa delle stelle e Noi siamo infinito. Non sapevo ancora che tra le mani avevo uno splendido libro che mi avrebbe regalato una lettura piacevole, scorrevole ed emozionante!
Anche per questo Young Adult devo ringraziare il mio caro amico Alex, che questa estate mi ha regalato ben tre libri! Noi siamo tutto è stata decisamente la lettura più bella delle tre, poiché mi ha regalato una boccata d'aria fresca, emozioni forti e colpi di scena disarmanti.


Ciò che ha reso la lettura piacevole e scorrevole è stato l'umorismo diretto e da risata contagiosa della protagonista, Madeline. Si presenta ben dettagliato e nelle prime pagine troviamo una miriade di immagini: schemi, griglie, tutto quello che fa parte della routine quotidiana di Mad. 
Nel momento in cui vi è l'arrivo dei vicini ritroviamo in Mad il suo lato da osservatrice accanita e, posso sbilanciarmi vero?, anche da vera stalker: ogni mattina, passo per passo, descrive ogni cosa che fanno i suoi nuovi vicini, uno per uno, guardandoli dalla finestra della sua camera. 

Nonostante la sua quotidianità un po' monotona, Mad ha con sé delle alleate, delle amiche: sua madre che passa ogni sera con lei e con cui gioca e fa serate film e la sua infermiera Carla che si è ormai trasformata nella sua migliore amica e che non fa altro che darle consigli ed aiutarla anche nei momenti più critici.  



"La vita è dura, tesoro. 
Ma tutti tovano il modo di andare avanti."


Ogni capitolo avvicina piano piano Mad al modo "di fuori", un mondo in cui lei non ha mai fatto parte. L'arrivo dei vicini la avvicinerà pericolosamente a questo mondo poiché, lentamente, quel che era solo un ragazzo da guardare dalla sua finestra diventa invece un suo "compagno di mail". 

La scrittrice del libro, nel personaggio di Mad, richiama molto il desiderio infinito dell'uomo. Di colpo alla protagonista quel poco che ha non basta più: vuole sentire la brezza marina; che il vento le scompigli i capelli. Vuole vivere davvero, come fanno tutti, o meglio, come fa Olly. 



"Il corpo è la sua fuga dal mondo,
mentre nel mio io mi sento in trappola."


Il libro continua umoristicamente. Maddy si perde in Olly e ciò la porterà a fare cose veramente pazze, che sfiorano anche la follia. 

Più leggevo e più mi piaceva: non facevo altro che ridere ed addolcirmi. L'incontro di Maddy e dell'amore per la prima volta lo rende davvero molto tenero ed incarna ciò che diventa e pensa una ragazza quando inizia ad amare. Si mettono da parte le paure e ci si tuffa in avventure che spesso possono anche mettere a repentaglio la nostra vita. 



"Il mio sguardo incontra l'oceano dei suoi occhi

e io annego, circondata ovunque dall'acqua."


Madeline crescerà insieme ad Olly e insieme all'amore. E la sua crescita personale la porterà a doversi scontrare con quel che è la realtà e a voler andare a fondo anche in faccende personali che non l'avrebbero cambiata per sempre. 

Per amore ha messo in pericolo la sua vita. 
E per amore ha potuto cambiarla. 

È una lettura che rilassa, ma che verso gli ultimi capitoli ti lascia a bocca aperta e un po' con l'amaro in bocca. Ci saranno personaggi che ci deluderanno; ci saranno personaggi che ci faranno emozionare e condivideremo tutto con Olly e Madeline. Ma per poter condividere tutto, per poter emozionarsi, bisogna immergercisi in questo splendido libro. 

Mi piacerebbe tanto sapere cosa ne pensate voi. 


"Secondo la teoria del caos, un minimo cambiamento

nelle condizioni iniziali può condurre a dei risultati 
estremamente imprevedibili. Una farfalla che sbatte 
le ali in questo momento può scatenare un uragano."


mjchela

3 commenti:

  1. Non mi aspettavo che questo libro avesse una vena umoristica, mi hai stupito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ha, la ha! Forse a volto anche troppo, ma stupisce molto in modo in cui la protagonista ironizza sulla sua condizione, quasi ad esorcizzarla! ^^

      Elimina
  2. Avevo iniziato a leggere questo libro qualche mese fa, ma ho interrotto la lettura perché non mi stava convolgendo molto ... magari gli darò un'altra possibilità in futuro!

    RispondiElimina

E tu? Che ne pensi?