domenica 12 giugno 2016

#1 Condividiamo un trip? - Segnalo

Ebbene sì! L'altro giorno ho fatto una gran bella ricerca su internet per trovare nuovi libri da leggere (visto che ormai sulla mia scrivania giace solamente un libro). 
Grazie al mio carissimo amico Matteo (grazie davvero per avermi consigliato questo libro ) sono riuscita a risalire ad altri libri che, a mio avviso, vale la pena leggere! 
Assolutamente in tema con il blog (visto che la maggior parte di essi trattano il tema della droga) ecco qui i libri che, almeno secondo me, dovrebbero esser letti. 

La lista di droghe che valgono la pena di essere provate.

Drugs list. 

Autore: James Frey 
Titolo: In un milione di piccoli pezzi. 
Editore: Tea 
Pagine: 459
Prezzo: 10,00 
Sinossi: Un uomo di 23 anni si risveglia a bordo di un aereo in uno stato al confine tra la vita e la morte, in seguito a una sequenza di abusi di alcol e droghe. La famiglia, sbalordita e disperata, lo accoglie all'aeroporto di Chicago per trasferirlo in una clinica di riabilitazione del Minnesota. Qui, dopo una prima visita, un medico gli garantisce che morirà nel giro di pochi giorni se ricomincia a bere. Qui, Frey passerà due mesi spaventosi per disintossicarsi e confrontarsi con la furia interiore che da anni lo spinge a distruggersi. E soprattutto si troverà a dover fare una scelta: accettare di non vedere mai i suoi 24 anni oppure raccogliere i rottami della propria vita e agire. Il libro riporta la testimonianza dura e sconvolgente di James Frey.


Autore: Bruna Surfistinha
Titolo: Il dolce veleno dello scorpione -
Diario di una liceale brasiliana.
Editore: Sonzogno
Pagine: 209
Prezzo: 15,00 
Sinossi: Ultima di tre sorelle, e unica adottiva, in una famiglia iperprotettiva della buona borghesia di San Paolo, a 17 anni Raquel decide di guadagnarsi la libertà facendo la garota de programa, ovvero la squillo d'alto bordo, e si sceglie lo pseudonimo di Bruna Surfistinha. Tempo dopo apre un blog che viene subissato di contatti, e poi, unendo il blog alla sua storia personale, pubblica un libro - questo - che le cambia la vita, rendendola famosa e consentendole di smettere di prostituirsi dopo soli tre anni di disinibita professione. Nulla che possa solleticare la più sfrenata delle fantasie manca in questo diario: emozioni e sensazioni nei dettagli, incontri - fino a sei al giorno - con uomini e donne, prestazioni creative e persino le "fantasie proibite di Bruna". Il tutto raccontato con spontaneità e leggerezza dalla voce di una ragazza coraggiosa che ora vive con il fidanzato (un ex cliente) e che si è rimessa a studiare per intraprendere una nuova strada.


Autore: Beatrice Sparks 
Titolo: Alice: I giorni della droga. 
Editore: Feltrinelli 
Prezzo: 7,00 
Sinossi: Alice è una quindicenne che appartiene al ceto medio. Sta a dieta e ha una vita amorosa normale. Ottiene buoni voti a scuola e pensa che un giorno le piacerebbe sposarsi. Quando, durante un party, Alice fa un "viaggio" con la droga, la sua vita cambia radicalmente. I genitori non sanno cosa le stia accadendo, non capiscono e pensano che Alice, precipitata in una serie di esperienze seducenti ma disgregatrici, sia "legata alla gente sbagliata". La differenza di Alice e di molti altri giovani che si drogano sta nel fatto che Alice teneva un diario. Questo diario, in realtà anonimo, si presenta ora come un documento esemplare - sottolinea lo psichiatra Max Beluffi nella prefazione - per chi voglia cogliere "i fattori storici e culturali che hanno facilitato questo particolare stile di evasione dalla realtà". 


Autore: Ned Vizzini
Titolo: Mi ammazzo, per il resto tutto ok
Editore: Mondadori
Pagine: 333
Prezzo: 10,00  
Sinossi: All'inizio per Craig era difficile solo prendere voti alti a scuola, e magari comportarsi nel modo giusto con le ragazze. Poi è diventato difficile non rimanere indietro con i compiti. Stare con gli altri. Prendere decisioni. Sorridere. Mangiare. Dormire. Alzarsi la mattina convinto che abbia un senso. Ma proprio la notte in cui pianifica di farla finita, Craig trova la forza di chiamare il Telefono Amico e farsi ricoverare all'ospedale: dove ci sono gli strizzacervelli, le medicine, cose buone da mangiare, cose facili da fare, e soprattutto tanti "fuori di testa". Che non nascondono i loro problemi (anzi!) e non gli fanno pressioni. Ma lo fanno arrabbiare, ridere, parlare, amare, vivere. Lo fanno essere se stesso: un po' pazzo, ma per il resto tutto ok.


Autore: Ellen Hopkins
Titolo: Crank - Cronaca di una dipendenza. 
Editore: Simon & Schuster // Fazi Editori 
Pagine: 446
Prezzo: 14,00 
Sinossi: Kristina Georgia Snow è la ragazza perfetta: ottimi voti, un'indole tranquilla e la testa saldamente piantata sulle spalle. Figlia di genitori divorziati, passa da sempre le vacanze con il padre: sarà appunto durante un'estate come tante che scoprirà Bree, il suo alter ego, la faccia arrugginita della medaglia. Bree è impavida, strafottente, curiosa; ed è più forte di Kristina, tanto da riuscire ad annullarne la personalità. Poi, un giorno, nella vita di Bree entra Adam. Attraente, misterioso, il ragazzo la trascinerà con sé in un abisso senza uscita, all'interno del quale non esiste ragione né controllo, ma solo una cieca schiavitù. Attraverso l'alchimia della parola Ellen Hopkins ricostruisce la cronaca di una dipendenza e, insieme, di una ribellione e di una rinascita.



Autore: Jeffrey Eugenides
Titolo: Le vergini suicide.
Editore: Mondadori
Prezzo: 9,00  
Sinossi: Un narratore "collettivo", voce di un gruppo di coetanei maschi, rievoca a vent'anni di distanza la vicenda delle cinque sorelle Lisbon, oggetto proibito della loro adolescenza, avvolte in un'aura di mistero che la tragica fine comune - si sono tutte tolte la vita nel breve spazio di un anno - ha fissato per sempre. Nella memoria di questi antichi, tenacissimi spasimanti, esse divengono il simbolo di una possibilità remota e perduta: l'irruzione di un fremito ignoto nel mondo tranquillo, ordinario, opprimente dell'America suburbana degli anni Settanta. Il libro segna l'esordio folgorante di uno scrittore poco più che trentenne, ma già padrone di uno stile e di un universo letterario affatto personali.


Autore: Daniel Keyes 
Titolo: Una stanza piena di gente. 
Editore: Random House, Bantam Books, Nord 
Pagine: 541
Prezzo: 16,00 
Sinossi: Il 27 ottobre 1977, la polizia di Columbus, Ohio, arresta il ventiduenne Billy Milligan con l'accusa di aver rapito, violentato e rapinato tre studentesse universitarie. Billy ha vari precedenti penali e contro di lui ci sono prove schiaccianti. Ma, durante la perizia psichiatrica richiesta dalla difesa, emerge una verità sconcertante: Billy soffre di un gravissimo disturbo dissociativo dell'identità. Nella sua mente «vivono» ben 10 personalità distinte, che interagiscono tra loro, prendono di volta in volta il sopravvento e spingono Billy a comportarsi in maniera imprevedibile. Nel corso del processo si manifestano il gelido Arthur, 22 anni, che legge e scrive l'arabo; il timoroso Danny, 14 anni, che dipinge solo nature morte; il violento Ragen, 23 anni, iugoslavo, che parla serbo-croato ed è un esperto di karaté; la sensibilissima Christene, 3 anni, che sa scrivere e disegnare, ma soffre di dislessia; e poi Alien, Tommy, David, Adalana e Christopher. Così, per la prima volta nella storia giudiziaria americana, il tribunale emette una sentenza di non colpevolezza per infermità mentale. Tuttavia Billy rimane un rebus irrisolto fino a quando, durante il ricovero in un istituto specializzato, a poco a poco non affiorano altre 14 identità autonome, tra cui spicca «il Maestro», la sintesi della vita e dei ricordi di tutti i 23 alter ego. E proprio grazie alla sua collaborazione è stato possibile scrivere questo libro.



Alla prossima!
una drogata di libri,
prossima all'overdose. 


2 commenti:

  1. Alice i giorni della droga l'ho letto quando ero alle medie e ricordo che ne sono rimasta colpita nel profondo. Un libro toccante e a tratti amaro, però mi ha lasciato tanto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non vedo l'ora di poterlo acquistare! Spero che non mi deluderà!

      Elimina

E tu? Che ne pensi?